Dall’albero al consumatore

Fioritura

Grazie alle particolari condizioni climatiche della zona di produzione, la Mandorla di Avola fiorisce tra la  fine di  Dicembre  e i primi di Gennaio, circa 2 mesi prima delle altre mandorle siciliane o pugliesi.

Maturazione

img_2430_33203302982_o

Il maggior periodo di maturazione rende questi frutti più ricchi di componenti nutrizionali e organolettiche mentre i durissimi gusci ne impediscono l’attacco da parte di funghi e parassiti.

Raccolta

La raccolta viene effettuata tra la fine di Luglio e i primi di Settembre.

E’ una attività prevalentemente manuale, agevolata da una abbacchiatura, tradizionalmente praticata mediante canne e pertiche.

I frutti sono raccolti con teli già stesi sotto gli alberi.

Smallatura ed Essiccatura

Dopo la raccolta, le mandorle vengono private del mallo e fatte asciugare al sole per 3 — 5 giorni.

Lavorazione

ll prodotto confluisce, quindi, negli stabilimenti di lavorazione, ove è sottoposta alle seguenti operazioni:

1 — Sgusciatura

2 – Separazione gusci dai semi

dsc_9492_33355607725_o

3 — Selezione manuale

bsc_0161_33227808821_o

Pelatura

La mandorla al naturale può, inoltre, essere sottoposta ad un’ulteriore fase di lavorazione, denominata pelatura, consistente nell’eliminazione del tegumento protettivo del seme.

pelatura ritagliata

VUOI ORDINARLE ?

CLICCA QUI

VUOI VEDERE COME SI PRODUCE E LAVORA LA MANDORLA DI AVOLA ?

GUARDA QUESTO VIDEO.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑